Kollagen

Home » Shop » Kollagen

Prezzo

35,00 

Una formula completa e innovativa:

  • fornisce un’adeguata quantità di collagene biocompatibile (10 grammi),
  • integra ingredienti bioattivi  (silicio organico e vitamina C) che stimolano la produzione endogena di collagene,
  • ricco in sostanze che ne migliorano l’elasticità (MSM)
  • con estratti vegetali ricchi in polifenoli che fungono da inibitori delle metalloproteinasi, enzimi responsabili della degradazione delle proteine ​​della matrice extracellulare come collagene, fibronectina, elastina.

30 bustine

  • Acqua o Latte
    Riempire lo shaker Kiros per ca. 1/2 con acqua.
  • Kollagen
    Introdurre la polvere all’inizio, così si riescono a evitare i grumi
  • Agitare vigorosamente
    Agitare e Gustare.
  • Provalo con il nostro nuovo aroma naturale di mango
    Aggiungi una punta di cucchiaio di aroma naturale Kiros mango o altro aromatizzante al gusto che preferisci

Kiros Kollagen. E’ un supplemento nutrizionale in polvere solubile composto da Collagene suine idrolizzato in polvere, Vitamina C, Estratto di Equisetum arvense ( tit. 7% in silicio), MSM, Estratto di Pino marittimo (95% OPC) e Vitamina E. Utile in tutti i casi di ridotto apporto con la dieta o aumentato fabbisogno per componenti utili per migliorare la sintesi del collagene nel corpo

Il collagene è una delle proteine più importanti nei vertebrati e rappresenta un terzo delle proteine totali del corpo umano, dove svolge un ruolo fondamentale nella struttura e nella funzionalità di organi e tessuti, come pelle, cartilagine, tessuto muscolare. È stato accertato che le fibre di collagene si danneggiano nel tempo: all’età di 25 anni le cellule iniziano a perdere la capacità di sintetizzare il collagene, la cui produzione diminuisce dell’1,5% all’anno. Questo processo si accentua oltre i 45 anni e avvicinandosi ai 60 la produzione di collagene è diminuita di oltre il 35%, perdendo spessore e forza. Inoltre, ci sono altri fattori che intensificano la perdita di collagene: uso eccessivo (attività fisica intensa), traumi, menopausa, sovrappeso, terapie ormonali, diete scorrette, trattamenti oncologici, esposizione intensa e continua ai raggi solari oa particolari condizioni ambientali (inquinanti -fumo -stress). È stato affermato che gli integratori di collagene promuovono la salute del cervello, del cuore e dell’intestino, nonché aiutano a controllare il peso e mantenere sani i capelli e le unghie.

Il collagene è la proteina fibrillare più abbondante del corpo che conforma i tessuti congiuntivi e connettivi del corpo umano, essenzialmente pelle, articolazioni e ossa. Tiene insieme tutti i tessuti viventi e garantisce l’integrità, l’elasticità, la rigenerazione della pelle, delle cartilagini e delle ossa e il mantenimento della tonicità della pelle grazie alle proteine del siero, all’idrossiprolina, alla cistina e agli aminoacidi del silicio. Il collagene rappresenta l’80% dei nostri tessuti connettivi e il 30% delle proteine nel nostro corpo. In letteratura esistono 28 diversi tipi di collagene a seconda del tessuto in cui si trova: il tipo I è più espresso nella pelle, nei tendini e nelle ossa; la cartilagine è ricca di tipo II. Ciò che cambia è solo l’organizzazione tridimensionale che il collagene assume nello spazio, influenzata dalla “reticolazione” indotta da uno specifico amminoacido: idrossiprolina. Per questo lo troviamo elastico nella pelle, duro e consistente nelle unghie, filamentoso e flessibile nelle fibrille dell’osso. L’organismo umano non assorbe il collagene in quanto tale, ma viene digerito per azione degli enzimi gastrici, nei componenti costitutivi, rappresentati da catene più o meno lunghe di aminoacidi; per il collagene esogeno è superfluo parlare di “diversi tipi”, poiché la proteina deve necessariamente essere scomposta in frammenti per poter “entrare” nell’organismo e svolgere così le sue preziose proprietà fisiologiche: la variazione della sequenza aminoacidica del collagene, qualunque esso sia, non riflette cambiamenti nelle sue proprietà fisiologiche, ma solo un diverso orientamento conformazionale nello spazio. L’integrazione giornaliera di collagene dovrebbe ammontare a circa 1 grammo per 10 kg di massa corporea Per questo lo troviamo elastico nella pelle, duro e consistente nelle unghie, filamentoso e flessibile nelle fibrille dell’osso. L’organismo umano non assorbe il collagene in quanto tale, ma viene digerito per azione degli enzimi gastrici, nei componenti costitutivi, rappresentati da catene più o meno lunghe di aminoacidi; per il collagene esogeno è superfluo parlare di “diversi tipi”, poiché la proteina deve necessariamente essere scomposta in frammenti per poter “entrare” nell’organismo e svolgere così le sue preziose proprietà fisiologiche: la variazione della sequenza aminoacidica del collagene, qualunque esso sia, non riflette cambiamenti nelle sue proprietà fisiologiche, ma solo un diverso orientamento conformazionale nello spazio. L’integrazione giornaliera di collagene dovrebbe ammontare a circa 1 grammo per 10 kg di massa corporea Per questo lo troviamo elastico nella pelle, duro e consistente nelle unghie, filamentoso e flessibile nelle fibrille dell’osso. L’organismo umano non assorbe il collagene in quanto tale, ma viene digerito per azione degli enzimi gastrici, nei componenti costitutivi, rappresentati da catene più o meno lunghe di aminoacidi; per il collagene esogeno è superfluo parlare di “diversi tipi”, poiché la proteina deve necessariamente essere scomposta in frammenti per poter “entrare” nell’organismo e svolgere così le sue preziose proprietà fisiologiche: la variazione della sequenza aminoacidica del collagene, qualunque esso sia, non riflette cambiamenti nelle sue proprietà fisiologiche, ma solo un diverso orientamento conformazionale nello spazio. L’integrazione giornaliera di collagene dovrebbe ammontare a circa 1 grammo per 10 kg di massa corporea1 .

Il collagene suino idrolizzato. È un efficace coadiuvante alimentare per la rigenerazione e la protezione del collagene, apporta il 16% di aminoacidi essenziali, il 60% di aminoacidi condizionatamente essenziali, contiene glicina, arginina e metionina, i 3 aminoacidi precursori di sintesi della creatina (ATP rigenerante, il fonte di energia muscolare). Nella sua forma idrolizzata, il collagene suino è caratterizzato da un elevato assorbimento di cibo: studi di biodisponibilità dimostrano che l’assorbimento intestinale del collagene idrolizzato di suino ingerito sale all’82% nelle prime 6 ore dopo l’ingestione e al 95% in 12 ore.

Silicio di Equisetum arvense è un elemento strutturale del tessuto connettivo ed entra nella costituzione delle principali macromolecole quali elastina, collagene, proteoglicani e glicoproteine, favorendone la rigenerazione. Il contenuto di silicio è strettamente correlato alle condizioni ottimali della pelle, come il tasso di idratazione, l’elasticità, l’assenza di rughe e linee di espressione, la capacità di guarire e rigenerarsi. Agisce inoltre come protettore metabolico, agendo a diversi livelli: contrasta la perossidazione lipidica responsabile della liberazione dei radicali liberi, contrasta la reticolazione e la glicosilazione non enzimatica delle proteine del tessuto connettivo che causano rigidità e sclerosi, regola e stimola la mitosi dei fibroblasti e per questa proprietà, svolge un ruolo essenziale nel processo di rigenerazione delle cellule dermiche ed epidermiche, ed infine è un cofattore della sintesi dell’elastina. La sintesi del collagene è dipendente dal silicio, che influenza il processo di idrossilazione della prolina nell’idrossiprolina.

Il MSM (Metilsulfonilmetano) è una forma biologicamente attiva di zolfo organico con proprietà antinfiammatorie, antiossidanti e analgesiche. Ripristina la formazione di legami crociati nel collagene, preservandone l’elasticità, ed è considerato un elemento sinergico nella stimolazione della sintesi del collagene per gli aminoacidi cistina, glicina, idrossiprolina, ornitina e silicio. L’MSM è un potente antiossidante, che può avere effetti positivi sulle articolazioni, aiutare a proteggere le cellule dallo stress ossidativo e ha un impatto positivo sulla salute della pelle e del tessuto sottocutaneo.

Vitamina C : essenziale per la formazione del collagene, aiuta a mantenere l’integrità delle sostanze di origine mesenchimale (tessuto connettivo, tessuto osteoide e dentina). È un potente agente riducente che nel corpo viene ossidato e ridotto, funzionando come un sistema redox cellulare. In assenza di vitamina C, le cellule non possono idrogenare la prolina nelle posizioni y, con conseguente instabilità del collagene che porta allo scorbuto.

Estratto di pino marittimo.Il collagene viene degradato da enzimi proteolitici, chiamati metalloproteinasi. Rompono le lunghe catene proteiche che compongono il collagene, formando frammenti più corti senza proprietà meccaniche. Le MMP sono una famiglia di molecole simili nella struttura chimica, con specificità differenti per un’ampia varietà di substrati, in grado di degradare tutti i componenti della matrice extracellulare (collagene, elastina, laminine, proteoglicani). Le MMP maggiormente coinvolte nei processi di invecchiamento cutaneo sono MMP1, che inizia la degradazione del collagene di tipo I e III; MMP9, che opera un’ulteriore frammentazione in peptidi più piccoli; mentre MMP2 attacca il collagene di tipo IV, contribuendo alla formazione delle rughe. Nella pelle giovane non esposta alla luce solare, la sintesi del collagene da parte dei fibroblasti e la sua degradazione da parte delle MMP sono in costante equilibrio, in modo da garantire il fisiologico ricambio delle macromolecole strutturali, mantenendone inalterato il contenuto e la funzionalità, e preservando l’integrità della pelle. Con l’aumentare dell’età vi è un progressivo squilibrio di questo equilibrio e vi è una graduale riduzione della sintesi dei peptidi precursori del collagene, associata ad un aumento della degradazione del collagene maturo. La conseguenza di questo fenomeno degenerativo è una generale disorganizzazione delle fibre collagene, che perdono parzialmente il loro ruolo di sostegno, provocando una parziale atrofia della matrice extracellulare, che diventa morbida e priva di tono. La corteccia di pino marittimo ha eccellenti proprietà di scavenging dei radicali Con l’aumentare dell’età vi è un progressivo squilibrio di questo equilibrio e vi è una graduale riduzione della sintesi dei peptidi precursori del collagene, associata ad un aumento della degradazione del collagene maturo. La conseguenza di questo fenomeno degenerativo è una generale disorganizzazione delle fibre collagene, che perdono parzialmente il loro ruolo di sostegno, provocando una parziale atrofia della matrice extracellulare, che diventa morbida e priva di tono. La corteccia di pino marittimo ha eccellenti proprietà di scavenging dei radicali Con l’aumentare dell’età vi è un progressivo squilibrio di questo equilibrio e vi è una graduale riduzione della sintesi dei peptidi precursori del collagene, associata ad un aumento della degradazione del collagene maturo. La conseguenza di questo fenomeno degenerativo è una generale disorganizzazione delle fibre collagene, che perdono parzialmente il loro ruolo di sostegno, provocando una parziale atrofia della matrice extracellulare, che diventa morbida e priva di tono. La corteccia di pino marittimo ha eccellenti proprietà di scavenging dei radicali che perdono parzialmente il loro ruolo di sostegno, provocando una parziale atrofia della matrice extracellulare, che diventa molle e priva di tono. La corteccia di pino marittimo ha eccellenti proprietà di scavenging dei radicali che perdono parzialmente il loro ruolo di sostegno, provocando una parziale atrofia della matrice extracellulare, che diventa molle e priva di tono. La corteccia di pino marittimo ha eccellenti proprietà di scavenging dei radicali2 . L’estratto agisce come inibitore delle metalloproteinasi, provocando danni ai tessuti proteolitici o rimodellamento in condizioni fisiopatologiche.

Collagene e cellulite.Uno studio clinico sta studiando l’efficacia dei peptidi di collagene nel trattamento della cellulite di donne normali e in sovrappeso. In totale, 105 donne di età compresa tra 24 e 50 anni con cellulite moderata sono state randomizzate a ricevere per via orale una dose giornaliera di 2,5 g bcp o un placebo per 6 mesi. Il grado di cellulite è stato valutato prima di iniziare il trattamento e dopo 3 e 6 mesi dall’assunzione. Inoltre, sono state valutate l’ondulazione cutanea, la densità dermica e la lunghezza del bordo sottocutaneo. Il trattamento con collagene ha comportato una diminuzione statisticamente significativa del grado di cellulite e una ridotta ondulazione cutanea sulle cosce nelle donne normopeso. Inoltre, la densità dermica era significativamente migliorata così come il bordo sottocutaneo, indicando un miglioramento della cellulite. L’efficacia del trattamento è stata confermata anche nelle donne in sovrappeso. Sulla base di questo studio,3 .

Il collagene migliora la densità minerale ossea e i marcatori ossei nelle donne in postmenopausa. Questi dati dimostrano che l’assunzione di collagene ha aumentato la densità minerale ossea nelle donne in postmenopausa con una riduzione primaria della densità minerale ossea correlata all’età. Inoltre, la supplementazione di collagene è stata associata a uno spostamento favorevole dei marcatori ossei, indicando una maggiore formazione ossea e una ridotta degradazione ossea 4 .

Collagene e sport. In un recente studio, Zdzieblik et al. 5 hanno studiato l’effetto dell’integrazione proteica post-esercizio con peptidi di collagene sulla massa muscolare e sulla funzione muscolare durante un programma di allenamento di resistenza di 3 mesi. I soggetti nel gruppo integrato con collagene hanno mostrato un aumento maggiore della massa magra e della forza muscolare, nonché una maggiore riduzione della massa grassa. Una spiegazione degli effetti osservati potrebbe essere che il collagene è ricco di arginina e glicina, entrambi noti per essere importanti substrati per la sintesi della creatina nel corpo umano. È stato dimostrato che l’integrazione di creatina migliora sia la massa muscolare che la funzione muscolare in alcuni ma non in tutti gli studi 6,7. Inoltre, i peptidi di collagene hanno dimostrato di influenzare positivamente la microcircolazione che potrebbe causare un ulteriore effetto benefico nel promuovere la crescita muscolare rispetto ad altre fonti proteiche.

Pelle

  • La tua pelle, il collagene è il componente principale e svolge un ruolo nel rafforzamento della pelle, inoltre può beneficiare di elasticità e idratazione 8 .
  • Aumenta l’idratazione della pelle e riduce le rughe e la secchezza 9
  • Aumento dell’elasticità della pelle 10
  • Stimolare da solo la produzione corporea di collagene 8.
  • Promuovere la produzione di altre proteine che aiutano a strutturare la pelle, tra cui elastina e fibrillina 8,11
  • Mantenere l’integrità della cartilagine

Dolori articolari

  • Prevenire i disturbi articolari degenerativi come l’artrosi 12
  • Inibire la disgregazione ossea che porta all’osteoporosi 13,14

Massa muscolare

  • Mantenere i muscoli forti e funzionanti correttamente 15
  • Aumento della crescita e della forza muscolare nelle persone con perdita di massa muscolare legata all’età 5

Salute

  • Aiuta a ridurre il rischio di malattie cardiache, fornendo struttura alle arterie e può aiutare a ridurre i fattori di rischio associati a condizioni cardiache come l’aterosclerosi
  • Stimola i capelli e le unghie a crescere più lunghi 16
  • Può favorire la perdita di peso e un metabolismo più veloce.

  1. Khan, IM, Gilbert, SJ, Singhrao, SK, Duance, VC e Archer, CW (2008). Integrazione della cartilagine: valutazione delle ragioni della mancata integrazione durante la riparazione della cartilagine. Una recensione. Eur Cell Mater ,  16 (2008), 26-39.
  2. Grimm, T., Schäfer, A. e Högger, P. (2004). Attività antiossidante e inibizione delle metalloproteinasi della matrice da parte dei metaboliti dell’estratto di corteccia di pino marittimo (picnogenolo). Biologia e medicina radicali liberi ,  36 (6), 811-822.
  3. Schunck, M., Zague, V., Oesser, S. e Proksch, E. (2015). L’integrazione alimentare con specifici peptidi di collagene ha un effetto benefico sulla morfologia della cellulite, dipendente dall’indice di massa corporea. Giornale di cibo medicinale ,  18 (12), 1340-1348.
  4. Guillerminet, F., Beaupied, H., Fabien-Soulé, V., Tomé, D., Benhamou, CL, Roux, C. e Blais, A. (2010). Il collagene idrolizzato migliora il metabolismo osseo e i parametri biomeccanici nei topi ovariectomizzati: uno studio in vitro e in vivo. Osso ,  46  (3), 827-834.
  5. Zdzieblik, D., Oesser, S., Baumstark, MW, Gollhofer, A. e König, D. (2015). L’integrazione di peptidi di collagene in combinazione con l’allenamento di resistenza migliora la composizione corporea e aumenta la forza muscolare negli uomini anziani sarcopenici: uno studio randomizzato controllato. British Journal of Nutrition ,  114 (8), 1237-1245.
  6. Chilibeck, PD, Chrusch, MJ, Ciad, KE, Davison, KS e Burke, DG (2005). La creatina monoidrato e l’allenamento di resistenza aumentano il contenuto minerale osseo e la densità negli uomini più anziani. Journal of Nutrition Health and Aging ,  9 (5), 352.
  7. Maughan, RJ, King, DS e Lea, T. (2004). Supplementi dietetici. Giornale di scienze dello sport ,  22 (1), 95-113.
  8. Ganceviciene, R., Liakou, AI, Theodoridis, A., Makrantonaki, E. e Zouboulis, CC (2012). Strategie antietà della pelle. Dermato-endocrinologia ,  4 (3), 308-319.
  9. Proksch, E., Schunck, M., Zague, V., Segger, D., Degwert, J. e Oesser, S. (2014). L’assunzione orale di specifici peptidi di collagene bioattivi riduce le rughe della pelle e aumenta la sintesi della matrice dermica. Farmacologia e fisiologia della pelle ,  27 (3), 113-119.
  10. Proksch, E., Segger, D., Degwert, J., Schunck, M., Zague, V. e Oesser, S. (2014). La supplementazione orale di specifici peptidi di collagene ha effetti benefici sulla fisiologia della pelle umana: uno studio in doppio cieco, controllato con placebo. Farmacologia e fisiologia cutanea ,  27 (1), 47-55.
  11. Borumand, M. e Sibilla, S. (2015). Effetti di un integratore alimentare a base di peptidi di collagene sull’elasticità, l’idratazione e le rughe della pelle. Journal of Medical Nutrition and Nutraceuticals ,  4 (1), 47
  12. Porfirio, E., & Fanaro, GB (2016). Integrazione di collagene come terapia complementare per la prevenzione e il trattamento dell’osteoporosi e dell’osteoartrosi: una revisione sistematica. Revista Brasileira de Geriatria e Gerontologia ,  19 (1), 153-164.
  13. Moskowitz, RW (2000, ottobre). Ruolo dell’idrolizzato di collagene nelle malattie ossee e articolari. In  Seminari in artrite e reumatismi (Vol. 30, n. 2, pp. 87-99). WB Saunders.
  14. Elam, ML, Johnson, SA, Hooshmand, S., Feresin, RG, Payton, ME, Gu, J. e Arjmandi, BH (2015). Un integratore alimentare chelato di calcio-collagene attenua la perdita ossea nelle donne in postmenopausa con osteopenia: uno studio randomizzato controllato. Giornale di alimenti medicinali ,  18 (3), 324-331.
  15. Gillies, AR e Lieber, RL (2011). Struttura e funzione della matrice extracellulare del muscolo scheletrico. Muscolo e nervo ,  44  (3), 318-331.
  16. Hexsel, D., Zague, V., Schunck, M., Siega, C., Camozzato, FO e Oesser, S. (2017). L’integrazione orale con peptidi di collagene bioattivi specifici migliora la crescita delle unghie e riduce i sintomi delle unghie fragili. Giornale di dermatologia cosmetica ,  16 (4), 520-526.

Assumere a colazione, durante le pause o dopo cena. Sciogliere la polvere di Kollagen nello shaker Kiros. Esalta il suo gusto aggiungendo un cucchiaino del nostro aroma Kollagen per una bevanda rinfrescante al gusto di mango. In alternativa potete usare altri aromi o scioglierlo in una bibita gassata senza zucchero.

Condividi questo Prodotto!

Titolo

Torna in cima